Hoplites S.r.l.: le 8 ragioni successo del nostro Made in Italy – INTRODUZIONE


Periodicamente ci troviamo a fare un bilancio della nostra vita lavorativa ci chiediamo se stiamo raggiungendo gli obbiettivi prefissi, analizziamo gli errori commessi e i successi raggiunti. Decidiamo cambiamenti di rotta, nuove strategie e ci prefiggiamo nuove mete. A distanza di più di 11 anni da che abbiamo fondato Hoplites S.r.l., oggi sentiamo di poter affermare che la nostra idea era vincente; siamo stati considerati dei visionari poichè abbiamo pensato di occuparci di Made in Italy quando quasi tutte le aziende italiane delocalizzavano le produzioni all’estero. Adesso la situazione è cambiata, fortunatamente, e la richiesta di made in Italy di elevata qualità è in costante ascesa, nonostante il periodo particolare della pandemia. Come dicevo pocanzi, è importante ricordare i propri errori ma anche i propri successi perché grazie a quest’analisi approfondita ci si continua ad evolvere ed a crescere. Quali sono stati i fattori del successo del nostro Made in Italy soprattutto con i clienti esteri? Vorremmo approfondire tali aspetti e, per questo, inizieremo ad analizzarli riassumendo tutto in 8 punti che tratteremo singolarmente una volta alla settimana, il venerdì, a partire da oggi, accompagnati da Chiara che ci farà da guida. Il riferimento al numero 8 non è casuale: pur ricevendo collaborazione da realtà produttive dislocate su tutto il territorio Pugliese, la nostra azienda ha sede ad Andria e il numero 8 è strettamente legato alla città tramite il famoso “Castel del Monte” a forma ottagonale. Fortemente voluto e fatto costruire dall’Imperatore Federico II di Svevia, definito “Stupor Mundi” per la sua genialità e la sua mente illuminata, profondo studioso e conoscitore sia della natura che dell’animo umano, nonché di molte culture e religioni. Ci piace pensare che in qualche modo abbiamo seguito le sue orme impostando la nostra azienda sull’organizzazione, la cooperazione, la serietà, le alleanze, l’unione fra culture differenti e la lungimiranza. Dedichiamo alla nostra amata città Andria e a quello che forse è stato il nostro sovrano straniero più amato, cioè Federico II, che amava definirsi Puer Apuliae (figlio di Puglia), la nostra esperienza e i nostri successi. Mettetevi comodi e allacciatevi le cinture, si parte. Buona lettura e grazie.

Segue: 1° Parte