Origini dell’abbigliamento

Perché nasce nell’essere umano l’esigenza di indossare un manufatto che ricopra il proprio corpo?

Naturalmente l’esigenza primaria di qualsiasi animale è legata alla propria sopravvivenza; la differenza tra noi e le altre specie sta nel fatto che ciascuna specie si colloca in un habitat consono alle proprie caratteristiche fisiche, le quali eventualmente mutano nel corso di millenni per adattarsi a climi diversi. L’essere umano, grazie alla sua capacità di costruire oggetti con le proprie mani, riesce a vivere anche in territori dal clima sfavorevole, indossando le pelli degli animali uccisi durante la caccia, riuscendo a proteggersi dal freddo.
Sembra strano, considerando i nostri abiti attuali, che tutto sia iniziato così, eppure lo stesso concetto di moda ha radici antichissime, anzi preistoriche. Infatti una delle caratteristiche principali dell’homo sapiens sapiens è la capacità di elaborare concetti di natura simbolica e artistica: le pitture rupestri risalgono a circa 40.000 anni fa.
Inoltre in Sud Africa, nella grotta di Blombos, sono stati trovati monili che risalgono a 75.000 anni fa: sono 41 conchiglie che considerando i fori praticati su di esse, probabilmente facevano parte di una collana. In fondo non siamo poi cambiati molto: il piacere di indossare oggetti che diano risalto al nostro corpo si è mantenuto immutato nei millenni; l’unica differenza reale consiste nella tecnologia realizzativa sviluppata nel frattempo.

Cookie Policy. If you continue to use this site we will assume that you are happy with this. More Info

Cookies on the About Cookies website This website uses cookies to allow us to see how the site is used. The cookies cannot identify you. If you continue to use this site we will assume that you are happy with this.

Close